Le Proprietà dell’Ametista in Cristalloterapia



(Articolo Aggiornato il 31 Marzo 2019)


Le Proprietà Spirituali dell’Ametista

  • Durante il Medio Evo l’Ametista era più cara del Diamante ed era utilizzata dall’alto clero e dalla nobiltà, nell’anello dei cardinali, dei re, dei duchi come simbolo di potere assoluto poiché chi conosceva lo spirito poteva dominare anche la materia
  • L’Ametista è l’energia e il raggio viola della trasformazione, del perdono e della rinascita, la tradizione la considera una gemma portafortuna e benefica a tutti
  • Pietra della spiritualità e dell’illuminazione, favorisce il risveglio spirituale e contribuisce a ristabilire la perduta unità cosmica e divina
  • Pietra dell’umiltà perché suggerisce di rinunciare al proprio orgoglio in cambio di saggezza e di serenità più elevate, permette di raggiungere stati superiori di coscienza
  • Le proprietà dell’Ametista trasformano l’energia da velocità vibratorie basse, a velocità superiori aiutando ad elevare l’energia da una condizione eccessivamente materiale e a sperimentare la realtà spirituale, conseguentemente all’innalzamento della propria vibrazione personale, si attraggono esperienze elevate
  • Le proprietà dell’Ametista aumentano la forza mentale facilitando la visualizzazione creativa nelle pratiche del controllo mentale e assistono nell’assimilazione di nuove idee e nell’apprendimento migliorando la memoria
  • L’Ametista apporta equilibrio alle energie del corpo intellettuale, emotivo e fisico, conferendo stabilità, forza, stimolo e pace
  • L’Ametista rafforza l’autostima, la forza di volontà, il senso di giustizia, la capacità critica, conferisce onestà e rettitudine
  • Aiuta a mantenere la calma se si devono affrontare situazioni avverse e stimola la capacità di reazione davanti a problemi o minacce
  • Le proprietà dell’Ametista calmano le passioni, le emozioni violente, la frustrazione e la rabbia sostituendole con pace e altruismo, utile negli stress da eccesso di lavoro, negli stati di tensione e prostrazione
  • Pietra di protezione da ogni tipo di negatività e aggressione fisica, offre uno scudo di energie che permette di evitare gli effetti di ambienti duri o pericolosi e di persone sgradevoli, possiede una vibrazione così alta da aiutare a rafforzare l’aura
  • Le proprietà dell’Ametista favoriscono l’intuizione e l’ispirazione, allontana cattivi pensieri; si può sfregare tra le mani ogni volta che si desideri trasformare un oggetto negativo in positivo
  • L’Ametista è una delle pietre più adatte alla preghiera e alla meditazione e per rendere consapevoli della propria realtà spirituale e della saggezza interiore, utile per quelli che stanno cominciando il loro risveglio spirituale
  • L’Ametista aiuta a sviluppare il “sesto senso”, i poteri mentali e proprie capacità psichiche, viene usata da molte persone durante le attività psichiche e divinatorie (lettura di carte, tarocchi, I ching, ecc..), messa sotto il cuscino propizia sogni profetici e li rende più vividi, tenuta insieme a i tarocchi ne aumenta i poteri
  • Favorisce la visualizzazione, il richiamo di vite passate, la comunicazione con le guide e gli angeli, facilita il cambiamento, posta sul 6° chakra promuove stati alterati della coscienza
  • Se si desidera diventare consapevoli dei propri aspetti interiori che incitano l’apertura e la crescita spirituale si può mettere l’ametista sul 7° Chakra da 30 a 60 secondi e successivamente sul 6° Chakra da 30 a 60 minuti
  • Quando si desidera capire e incentivare l’intuito necessario per capire il motivo che lega a una determinata condizione o situazione di vita si può tenere l’Ametista (sferette) sul 4° chakra (20 a 60 minuti ogni giorno) pensando alla questione che si desidera affrontare e risolvere. Si rimane così aperti a qualsiasi intuizione o sentimento legato al motivo dell’attaccamento a quella particolare situazione
  • Quando si deve parlare a un pubblico ma si ha paura di parlare, quando si desidera più fiducia nell’esprimersi, quando si parla con incertezza o quando ci si sta preparando a cantare o a parlare in pubblico si può tenere l’Ametista sul 5° chakra per un’ora circa ogni giorno
  • Per la sua proprietà di placare le emozioni violente l’Ametista è utile quando vogliamo smettere di amare una persona che ci fa soffrire (indossarla in un anello o portarla spesso con sé)
  • Quando siamo intimoriti da problemi personali o professionali e desideriamo allontanare la paura e rafforzare l’energia positiva di cui abbiamo bisogno per affrontare con coraggio queste situazioni, il seguente esercizio può essere un valido aiuto. Sdraiati sulla schiena, in un ambiente calmo e poco illuminato, collochiamo un’Ametista sul 6° chakra e sul 3°chakra. Completamente rilassati, ripeteremo mentalmente, espirando e inspirando, una frase scelta in precedenza che ci possa aiutare ad alleviare il conflitto che ci sta provocando timore o ansia. Quando la nostra mente sarà serena e sgombera da pensieri negativi, visualizzeremo una scena in cui ci stiamo comportando con fermezza e in modo positivo nei confronti del problema che ci assilla o davanti a persone che lo provocano. Questo esercizio dovrà essere ripetuto almeno due volte la settimana e fino a quando saremo riusciti a risolvere completamente i nostri problemi
  • L’Ametista tenuta nella mano sinistra convoglia l’energia nel corpo rendendolo più rilassato e aperto alle esperienze di meditazione
  • Pietra ideale per la meditazione: ponendola sulla fronte, aiuta a fermare i pensieri terreni e dà spazio alla conoscenza universale, potenziando inoltre l’intuizione
  • Le proprietà dell’Ametista apportano calma e pace nell’intimo, permettendo di sperimentare il silenzio e vivere la serenità che si trova al di là della costante attività della mente
  • Aiuta nella comprensione dell’immortalità dell’anima ed è quindi di grande aiuto a chi ha perso una persona cara o una persona malata terminale
  • Il viola dell’Ametista è formato da azzurro e rosso: l’azzurro calma le energie del rosso, ed è quindi indicata per le persone dalla “testa calda”, facilmente irritabili e irascibili
  • Favorisce l’ispirazione e l’intuizione, con l’emanazione dell’Ametista si impara a vedere con gli occhi della mente intuitiva ricevendo l’impulso di come e quando muoversi o fermarsi in attesa
  • Purifica e rigenera a tutti i livelli di coscienza, protegge contro le alterazioni psichiche e le fobie, stimola la fiducia nelle nostre capacità spirituali, funziona bene per chi lavora con la parte spirituale
  • Disperde lo scetticismo, la freddezza, l’indifferenza e i sensi di colpa; risveglia la pazienza, crea una fede profonda e ci fa acquisire un carattere molto più sereno e fiducioso
  • Di tutte le pietre sacre l’Ametista è quella che possiede una auto-coscienza più accentuata e una maggiore personalità, chi la porta con sé udirà con nitidezza la sua voce interiore, scoprirà un’amica sincera, una saggia consigliera
  • Legata alla ricerca spirituale, ci ricorda che un giorno partiremo e lasceremo tutto, anche il corpo, ma non indica morte bensì cambiamento: morte e vita sono solo apparenti, c’è solo trasformazione
  • Può essere messa sui chakra maggiori o alcune zone del corpo per trattare una varietà di condizioni o promuovere la consapevolezza; favorisce la conoscenza di sé e degli altri, stimolando e rafforzando l’amicizia
  • Rende acuta la mente, più pronta l’intelligenza e aumenta i poteri mentali e la memoria favorendo la concentrazione (va messa sulla fronte o sulla nuca), calma l’eccitazione e l’iperlavoro mentale
  • Utile nei processi per far valere la propria onestà e la giustizia
  • L’Ametista i scambia tra innamorati come segno di impegno verso la relazione, portata indosso da un uomo attirerà le donne con sentimenti sinceri
  • L’Ametista è una pietra protettrice per la casa, toglie le negatività e allontana le disgrazie e il malocchio, paralizza tutte le operazioni di magia e scaccia gli spiriti maligni
  • L’Ametista posta sul 6° chakra aiuta a controllare le emozioni, rilassa, elimina tristezza e malinconia, stimola la volontà, l’ onestà e la rettitudine, accentua la capacità di vedere immagini, aiuta a trovare soluzioni ai problemi e a ricordare traumi subiti nell’infanzia
  • In Oriente viene ancora oggi considerata la pietra dell’elevazione spirituale, utile a tutti coloro che vogliono coltivare l’aspetto mistico della vita e desiderano conoscere profondamente se stessi
  • Le sue proprietà la rendono utile per sciogliere i dubbi, le paure eccessive e i complessi di inferiorità in quanto dona fiducia in sé stessi, contrasta inoltre l’eccesso di egoismo e l’insicurezza
  • Alleggerisce le tensioni e fatiche quotidiane,si può tenere un pezzo di Ametista nella mano sinistra o portarla a diretto contatto della pelle
  • È un amuleto per gli amanti, per gli uomini d’affari, per gli studenti, per chi gioca al lotto, è il cristallo da regalare a chi soffre di incubi, a chi è troppo egoista o incapace di amare
  • Le sue proprietà calmanti ne fanno un buon rimedio per tutti quei casi in cui si debba ottenere una rapida sedazione oppure si debba risvegliare un soggetto mentalmente “anestetizzato”
  • Aiuta a chiarire la mente, purificando e rigenerando i livelli di coscienza, dirigendoci verso potenziali più alti e raffinati e permettendoci di vedere attraverso le illusioni
  • Secondo L.A. Cahaguet gli spiriti che dominano l’ametista sono meno elevati di quelli dello Smeraldo ma si mettono in contatto con questi ultimi
  • Una drusa di ametista irradia una potente azione purificatrice sia in un ambiente, che sull’aura di coloro che lo frequentano, ed il suo uso è consigliato anche nella meditazione e nelle preghiere di gruppo
  • L’Ametista è la pietra della trasformazione, perché aiuta ad abbandonare le vecchie forme-pensiero e le abitudini, per far posto al nuovo

Le Proprietà Terapeutiche dell’Ametista

  • Dal punto di vista fisico, l’Ametista stimola l’attività cerebrale e l’ipofisi, rafforza il sistema immunitario
  • Le proprietà dell’Ametista sono d’aiuto nella liberazione da dipendenze di ogni tipo, dall’abuso di alcool, droga, cibo e comportamenti autodistruttivi o eccessiva auto indulgenza, aiuta a capire i motivi che portano all’alcolismo
  • Riduce il mal di testa di origine nervosa causato da stress, eccesso di lavoro o tensione, si può appoggiare la testa su una drusa di Ametista o usare una drusa come pettine durante un attacco di emicrania (in alternativa appoggiare un’ametista sulla parte dolente). Quando si ha mal di testa cronico si può anche mettere l’ametista sul 7° chakra dai 20 a 60 minuti ogni giorno
  • Le sue proprietà la rendono indicata nelle malattie del sistema nervoso, delle vie respiratorie, della pelle (acne, cuoio capelluto, capelli), regola la flora batterica ed è indicata in caso di mal di denti
  • Purifica il sangue, bilancia l’equilibrio degli zuccheri nel sangue, stimola l’attività del pancreas, il metabolismo, il sistema endocrino e la produzione dei globuli rossi, rigenera i tessuti
  • Si può massaggiare una parte dolorante del corpo con un cristallo di Ametista, per avere un effetto lenitivo
  • Grazie alle sue proprietà l’Ametista aiuta a guarire i gonfiori, l’artrite, le ossa, la tiroide, l’epilessia, problemi all’udito, edemi e l’orticaria
  • L’Ametista svolge un’ottima azione equilibrante sulle persone che soffrono di pressione alta o bassa
  • In caso di problemi al pancreas, lasciare riposare per una notte un’Ametista a contatto con un bicchiere d’acqua di vetro, da bere al mattino a digiuno
  • Con la punta rivolta verso il basso attira l’energia dell’Ametista verso il corpo, collocata sugli arti inferiori alleggerisce e sgonfia le gambe
  • In caso di acne o macchie sul viso, lavarsi con acqua energizzata di Ametista o assumere quotidianamente alcune gocce di elisir
  • Le sue vibrazioni raggiungono ambedue gli emisferi cerebrali e ne equilibra ed aumenta la loro attività, coordina il cervello con il sistema nervoso
  • L’Ametista posta sul 6° chakra attenua il mal di testa e riduce l’insonnia inoltre si rivela benefica nella cura dell’emicrania e della sinusite
  • L’Ametista è utile nei casi di gonfiori e ferite, aiutando a guarire velocemente (elisir o contatto diretto)
  • Incrementa inoltre il funzionamento dell’emisfero destro del cervello (femminile) e delle ghiandole pituitaria e pineale
  • Allevia il dolore e la tensione, è calmante e rilassante, ottima in caso di stress
  • Favorisce il sonno ed il vivido ricordo dei sogni e protegge dagli incubi, si consiglia di tenerne una sotto il cuscino per godere di un riposo ristoratore e tranquillo, anche una drusa di Ametista o una grossa punta singola poste sul comodino, emaneranno i loro effetti benefici conciliando un sonno sereno e ristoratore
  • Un’Ametista messa sotto il cuscino, aiuta in caso di mancanza di sonno e nel caso in cui si possa dormire solo poche ore, assicurando un sonno quanto più energizzante e profondo possibile, utile anche per chi tende a restare sveglio fino a tardi perché non riesce a prendere sonno
  • La donna in gravidanza può mettere una collanina di sferette di Ametista sul punto più alto della pancia (dai 20 ai 60 minuti al giorno), se desidera migliorare il collegamento tra il corpo e l’anima sua e del suo bambino e per aiutare l’anima del bambino a entrare nel corpo fisico con più grande vitalità
  • Le sue proprietà aiutano a superare gli squilibri del pensiero che possono provocare disfunzioni dell’ipofisi, stimola ed equilibra la ghiandola pituitaria e la ghiandola del timo
  • Chi soffre di mal di stomaco, stomaco indebolito (anche i bambini), può mettere l’Ametista sul 3° chakra, nelle forme acute si può tenere fino a che il dolore diminuisce o scompare, nelle forme croniche si può tenere per 30 a 60 minuti al giorno. Posizionata sotto l’ombelico è utile in caso di diarrea
  • Per calmare il mal di testa o in caso di insonnia, è consigliato accarezzare con un lato del cristallo la fronte, le tempie, successivamente applicarla per qualche minuto tra le sopracciglia
  • Le sue proprietà la rendono indicata in caso di allucinazioni, dolori nevralgici, epilessia, febbre della ribalta, infiammazione delle ghiandole, nevralgia e nevrosi, nevralgie facciali
  • L’Ametista è benefica in caso di mancanza di concentrazione, iperattività, irrequietezza, isterismo, disturbi del metabolismo, anemia, daltonismo, diabete, sterilità
  • Le proprietà dell’Ametista agiscono particolarmente sul pancreas in caso di malattie, infiammazioni o nel caso in cui ci sia bisogno di rinforzarlo

Come Purificare, Caricare e Usare l’Ametista

  • Come si purifica l’Ametista Chevron (per maggiori informazioni consulta i metodi di purificazione):

    Metodi Adatti: sale, acqua, fiori di Bach, terra, incenso, argilla, drusa, reiki, suono, respiro, pensiero, pendolo, luce lunare, piramide, simbolo Antahkarana, circuito disimpregnatore

    Metodi da Evitare: luce solare

  • Come si carica l’Ametista Chevron (per maggiori informazioni consulta i metodi di carica):

    Metodi Adatti: luce lunare, drusa, terra, piramide, punte di Quarzo Ialino

    Metodi da Evitareluce solare

  • Le pietre nere associate all’Ametista aiutano le persone sensibili a restare coi piedi per terra
  • I geodi di Ametista tenuti in casa purificano l’ambiente e lo difendono da eventuali energie negative, favorendo un tranquillo scambio energetico tra i membri della famiglia, ottima una piramide o un geode di ametista per avere pace e serenità in casa
  • Si consiglia di non indossare l’Ametista per lunghi periodi di tempo ma di utilizzarla solo in momenti determinati e quando veramente se ne ha bisogno. Da non portare nel pieno di una storia d’amore in quanto la pietra si presta a raffreddare le passioni incontrollate• L’Ametista è una pietra amata dai terapeuti come pietra di protezione da indossare durante il lavoro o per armonizzare la stanza dove si effettuano i trattamenti
  • L’Ametista è sempre stata considerata una pietra triste per via del suo colore viola (simbolo della penitenza): può dare malinconia ma regala anche molta saggezza. Saggezza e consapevolezza sono virtù che comportano un po’ di sofferenza, ed è forse per questo che in occidente l’Ametista si è conquistata l’ingrata fama di pietra triste. Eppure se da una parte il viola è simbolo di rinuncia, dall’altra allude alla conquista di spazio e libertà, una conquista che si afferma con azioni originali e pensieri elevati che la bella gemma viola stimola in chi la indossa
  • Mitiga gli stati emozionali agitati, scarica la tensione e l’ansia, lavora bene col Quarzo rosa, poiché l’Ametista calma la mente, il Quarzo Rosa il cuore
  • Quando l’Ametista si rompe è perché ha attratto su di sé qualcosa di terribile che sarebbe accaduto al suo possessore
  • Si indossa nel lato sinistro del corpo (o destro se si è mancini)
  • L’Ametista si può portare al collo come ciondolo o come collana, al mignolo come anello, incastonata in un bracciale al polso sinistro o semplicemente in un sacchettino di seta bianca o viola nella tasca sinistra: è un mezzo per raggiungere la vostra anima
L'Arte di Curare con le Pietre

L’Arte di Curare con le Pietre

Michael Gienger

Compralo su il Giardino dei Libri

Fonti e Bibliografia

Quanto ti è piaciuto quest'articolo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Condividi

12 comments

  1. Salve, ho una curiosità riguardo la mia drusa di ametista. Saranno sei mesi da quando la tengo in casa e ultimamente ho notato che il viola acceso e brillante si è spento ed è diventato quasi bianco. Da cosa è dovuto? C'è un modo per ricaricarla e farla tornare alle sue qualità originali? Grazie

  2. Salve, ho una curiosità riguardo la mia drusa di ametista. Saranno sei mesi da quando la tengo in casa e ultimamente ho notato che il viola acceso e brillante si è spento ed è diventato quasi bianco. Da cosa è dovuto? C&#39è un modo per ricaricarla e farla tornare alle sue qualità originali? Grazie

  3. Buongiorno, nella pagina non ho trovato nessuna informazione riguardo la purificazione dell'Ametista. Come ci si comporta con questa pietra?Grazie e un cordiale saluto,Marco

  4. Buon giorno!Sono una persona che soffre d'ansia di anticipazione (in alcuni periodi mi sento incline alla tristezza e alla sfiducia) e tengo sempre una drusa di ametista nella mia stanza, presa più che altro per ricaricare altri cristalli. Non mi aiuta molto però sul punto di vista emotivo, forse è troppo blando tenerla semplicemente su un mobile? Se gli accostassi un geode di calcedonio? O un'altra pietra? Oggi mi è arrivato un ciondolo di cianite azzurra che penso di indossare durante il giorno sia in casa che fuori (non la notte).Grazie mille per l'aiuto!

    1. Ciao,Effettivamente sarebbe più indicato indossare una pietra o meglio ancora individuare una disposizione di cristalli per un autottattamento, tuttavia visto che si tratta di un tema delicato e per la tua privacy, se vuoi puoi scrivermi a ilmondodeicristalliNOSPAM@gmail.com ovviamente togliendo NOSPAMTi tranquillizzo sul fatto che non è un consulto a pagamento o simili, è semplicemente per tutelare la tua privacy (senza che entri nei dettagli della tua vita privata se non vuoi,avrei bisogno di capire le origini della tua ansia per capire dove è il disallineamento sottile e come intervenire).Ovviamente non sono un medico e soprattutto dovrai avere un po'di pazienza per la risposta a causa di impegni lavorativi e non, ma mi piacerebbe provare as aiutarti se posso 😉Ovviamente se vuoi puoi anche scrivere qua nei commenti se vuoi, per me non c'è alcun problema.Invito gentilmente gli altri a non scrivermi per mail per richieste non personali (ad esempio per domande su come purificare le pietre), non perché non mi faccia piacere rispondere ma perché le risposte poteebbero aiutare anche altre persone.Ciao!

  5. P.S. in questo lunghissimo post ho dimenticato di scrivere il mio nome..mi chiamo Mara. Spero presto in una tua risposta,grazie ancora!

  6. Ciao vorrei chiederti un consiglio ma prima vorrei condividere la mia esperienza con l'ametista,anni fa me ne regalarono una,bellissima,quando la tenevo in mano sentivo un vortice nel 6° chakra,letteralmente vorticava! Un giorno la regalai..in realtà non volevo..e in quel momento sembrava che mi chiedesse di non farlo..non sono mai riuscita a togliermi dalla testa il fatto di averla persa così..un giorno ho incontrato la persona in questione,e quando le ho chiesto della pietra mi ha risposto che si era transunstanziata.. ho comprato un altra ametista grezza,purtroppo nella mia zona non ci sono negozi,per cui ho dovuto prenderla via Internet,chissa se avrò in legame simile con la nuova arrivata. Vorrei chiederti..mi è stato detto che ho tutti i chakra molto scarichi ad eccezione del secondo che gira ad altissimi livelli per compensare anche gli altri. A livello fisico la sintomatologia è quella classica di una cistite,ma abattetica,dolore al basso ventre e fastidi a tutto l'apparato genito urinario e calore. Avevo pensato alla corniola,al diaspro,e anche al quarzo ialino. Ma non mi intendo granché..puoi consigliarmi? Grazie mille!

    1. Ciao Andrea e grazie per la tua risposta,in realtà per l'ametista transunstanziata non ho capito nemmeno io cosa volesse dire..in pratica ha detto che non era più lei,che aveva perso il colore,come se si fosse scaricata,consumata,morta..Affermazione che mi ha lasciato abbastanza perplessa sinceramente.. per quanto riguarda il discorso sulla cistite,sicuramente sono una sognatrice,con la testa un po'per aria. La situazione che ho vissuto per mesi mi ha fatto accumulare parecchio malessere e arrabbiatura,non sfogata con le persone interessate,situazione legata all invasione perenne e continua del mio spazio vitale. Persone invadenti prima convivenza forzata poi,e sono iniziati i malesseri fisici,cistite febbre virus fegato..e infine la cronicizzazione della cistite non più batterica..insomma una somatizzazione con i fiocchi e contro fiocchi. Il tutto condito da un lavoro dove regnava l'ingiustizia e dal non sentirmi appoggiata dalla persona a me più vicina. Ora sono in squilibrio totale,senza energie,alla ricerca delle energie per guarirmi,e consapevole che ci vuole un cambiamento radicale. Senza però sapere come fare e da dove iniziare. Infine presumi bene,tendo a subire le situazioni,almeno fino ad ora..la corniola ce l'ho,dovrei procurarmi la pietra di luna,le pietre sono meravigliose. Per l'ametista hai scritto "se riesci ad aprirli alle sue energie" probabilmente l'hai detto in generale,ma in qualche modo direi che ci hai preso lo stesso,perchè credo di avere il cuore un po'chiuso. È molto bello il tuo sito. Grazie Andrea . Mara

    2. Ciao Andrea,credo sia proprio così. Ti voglio ringraziare tanto..Ma davvero di cuore!! Anche a te un abbraccio,a presto! Mara

  7. L'ametista è veramente fantastica concordo pienamente con tutto quello che hai scritto 🙂 non sapevo l'abbinamento con le pietre nere proverò! A tal proposito volevo chiederti se, quando hai tempo, potevi trattare l'argomento su come abbinare le pietre tra loro, so che non andrebbero indossate tante pietre insieme ma ne ho alcune che porto sempre e non voglio separarmene. Grazie anche per questo post argomentato così bene. Simonetta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.