I 3 Templi Megalitici di Malta: il Tempio di Hagar Qim, il Tempio di Mnajdra e il Tempio Tarxien

Condividi Questo Articolo!

viaggio maui


Recentemente ho avuto modo di visitare Malta con mia moglie (con cui condivido l’interesse per il mondo dei cristalli e delle energie, oltre che la passione per i viaggi) e ho approfittato per fare tappa ai templi megalitici presenti in quest’isola, risalenti a migliaia di anni fa.


Si è trattato di un’esperienza assolutamente unica e magica, interessante non solo per motivi culturale, ma anche per le energie spirituali tutt’ora presenti in questi templi sacri.

In questo articolo ti racconterò le energie e le vibrazioni che ho provato e di come queste sensazioni abbiano poi trovato riscontro nelle scoperte archeologiche degli esperti.

Ognuno di questi templi racchiude un’energia diversa e può attivare in maniera potente i tuoi chakra.

Condividerò con te le mie scoperte ottenute grazie all’intuito e alle mie capacità extrasensoriali.

Tempio di Hagar Qim

Tempio di Hagar Qim ©Il Mondo dei Cristalli
Tempio di Hagar Qim ©Il Mondo dei Cristalli

Ħaġar Qim è stato il primo tempio che abbiamo visitato.

L’intero sito è protetto da una enorme tensostruttura utile a preservarne l’integrità ed è possibile sia entrare all’interno del tempio che circumnavigarne l’esterno.

L’atmosfera che si percepisce in questo tempio è meravigliosa e avvolgente, si avverte potente l’eco del passato, quando il contatto con la natura e gli dei era molto forte.

Mia moglie ed io siamo stati fortunati arrivando in un momento in cui c’erano pochi visitatori potendoci quindi godere l’esperienza appieno, ovvero visitare il tempio partendo dall’ingresso per poterci soffermare qualche minuto e sentire le vibrazioni del luogo.

Nell’attesa che il percorso principale fosse libero, abbiamo effettuato due giri intorno alla struttura esterna tra l’altro collocata in una collina a strapiombo sul mare di una natura meravigliosa. Solo successivamente ho scoperto che c’era un modo corretto per beneficiare dell’energia di questo meraviglioso tempio di Hagar Qim, che ora ti descrivo.

Entra dalla porta principale, fermati nel mezzo del tempio concentrandoti sull’energia del luogo emanata dalle grandi pietre e prosegui davanti a te uscendo dal tempio.

Megaliti del Tempio di Hagar Qim ©Il Mondo dei Cristalli
Megaliti del Tempio di Hagar Qim ©Il Mondo dei Cristalli

Prenditi il tuo tempo per effettuare due giri intorno al tempio e rientra nuovamente dalla porta principale sentendo come la percezione sia della tua energia che quella percepita all’interno di questo luogo sacro di potere, sia cambiata.

Devi sapere che come ho fatto per gli altri templi ho preferito non leggere nient’altro che le informazioni utili a raggiungere gli stessi, non ho voluto approfondire la conoscenza dei templi prima di visitarli per essere sicuro di poter confrontare le mie percezioni extrasensoriali con le ricostruzioni storiche.

L’energia di questo tempio è fortemente femminile (in questo articolo e nel sito quando parlo di maschile o femminile parlo della polarità dell’energia, intesa come yin e yang).

Ho avvertito molto forte il culto della fertilità e la presenza del divino femminile.

Ho poi scoperto che il tempio Ħaġar Qim si presuppone sia dedicato all’antica Dea Madre, di cui sono state trovate delle statue con fattezze di donna molto formosa.

Devi sapere infatti che questo era l’aspetto con cui era conosciuta e venerata nell’antichità, associata alla fertilità e all’abbondanza.

Quando visiti questo tempio apri i tuoi chakra, concentrandoti in maniera particolare sul primo chakra (chakra della radice), sul secondo chakra (chakra sacrale), sul terzo chakra (chakra del plesso solare) e molto probabilmente sentirai anche il quarto chakra (chakra del cuore) risuonare con l’energia amorevole del tempio.

In questo tempio in particolare ho avvertito il risveglio della kundalini: infatti, sintonizzandomi con l’energie del tempio, una potente scarica di energia è risalita dal terreno risalendo lungo il mio corpo dal primo fino al settimo chakra.

Tempio di Hagar Qim ©Il Mondo dei Cristalli
Tempio di Hagar Qim ©Il Mondo dei Cristalli

Posso confermarti che si tratta di un’energia femminile perché è risalita dalla terra, energizzando in particolare i chakra inferiori (dal primo al terzo chakra), arrivando ad aprire anche quelli più alti (ho sentito infatti il 7° chakra aprirsi e l’energia kundalini fuoriuscire).

Se hai dei traumi antichi derivanti da vite precedenti, magari legate a questo luogo o a luoghi simili, sentirai come se le tue memorie venissero guarite e la tua memoria cellulare risanata.

Accetta queste energie di guarigione.

Devi sapere infatti che il DNA oltre ai nostri geni contiene anche le esperienze e le memorie ancestrali, comprese quelle delle nostre vite passate e dei nostri avi.

Quando avverti questa energia risanante, apriti a questa esperienza di guarigione, chiedi alla Dea di essere guarito e rigenerato e di portare armonia ai tuoi chakra.

La pietra che intuitivamente è apparsa nella mia mente è la Menalite. Se fa parte della tua collezione puoi portarla con te o in alternativa puoi optare per una pietra dalle energie femminili come il Quarzo Rosa o la Kunzite.

Se sei un uomo o temi di sbilanciare le tue energie con questa sferzata energia femminile non preoccuparti, il tempio di Mnajdra che si trova lì vicino ti aiuterà a tornare in equilibrio.

Ho inoltre percepito come le forme circolari del tempio agiscono da cassa di risonanza energetica, espandendo e ampliando le vibrazioni positive del tempio.

E’ possibile che tu veda la luce e i colori più brillanti dopo questa esperienza magica o al contrario potresti forse non avvertire energie perché non sei ancora addestrato a sentire le vibrazioni di un luogo o gli effetti che producono sul tuo corpo.

Non preoccuparti, beneficerai comunque della visita in questo luogo di potere, ricordati soltanto di chiedere e di mantenere un atteggiamento aperto e fiducioso e non dimenticare di ringraziare al termine.


La Ruota di Medicina Edizione 2017
La Ruota di Medicina Edizione 2017
La via amerindiana alla conoscenza di sé
Kenneth Meadows

Compralo su il Giardino dei Libri

Ti consiglio davvero di visitare questo sito meraviglioso, le vibrazioni che sentirai emanare dalle enormi pietre che formano l’edificio ti comunicheranno una sensazione indescrivibile.

Tempio di Mnajdra

Tempio di Mnajdra ©Il Mondo dei Cristalli
Tempio di Mnajdra ©Il Mondo dei Cristalli

Proseguendo verso la scogliera lungo il sentiero, lasciandoti alle spalle il tempio di Ħaġar Qim, troverai il tempio di Mnajdra.

Anche questo tempio è visitabile al suo interno (sebbene come nel precedente alcune aree non siano accessibili).

Come nel caso del tempio di Ħaġar Qim, ti consiglio di iniziare la tua visita dall’entrata principale del tempio e di girare per il resto del sito soffermandoti nei luoghi da cui ti senti attratto.

L’energia di questo tempio è maggiormente di tipo maschile e attiva i chakra spirituali (partendo dal quinto chakra della gola fino a quelli superiori come il chakra causale o il chakra porta delle stelle).

Le vibrazioni che ho percepito qui risvegliano la parte maschile e spirituale del tuo corpo e sono legate al cielo e alle stelle. A tal proposito ritengo che non sia un caso che in questo tempio durante l’equinozio d’estate e d’inverno una camera del tempio venga illuminata secondo una precisa indicazione (si presume infatti che fosse dedicato ai pianeti e al cielo).

Rispetto al tempio precedente le energie sono meno dense e più spirituali, ci sono inoltre diversi punti in cui si raccolgono.

Alcune parti del tempio sono state sostituite con ricostruzioni (gli originali sono conversati nel museo di La Valletta, capitale di Malta) e sono stati i punti in cui ho percepito “cali” o cambiamenti di vibrazioni (informazioni che ho appreso successivamente alla visita).

Questo tempio raccoglie l’energia del mare e della collina circostante, amplificandola.

Mette inoltre in contatto l’energia della Terra accumulata prima con quella del cielo e ricarica profondamente tutti i tuoi chakra e ti riconnette alla tua natura divina.

Devi sapere che prima di visitare questi templi abbiamo fatto un giro in barca tra le caverne marine di Blue Grotto (che si trova nelle vicinanze) e che ti consiglio di visitare.


Pendolo 3°Chakra
Pendolo 3°Chakra
Per riequilibrare ed energizzare Manipura


Compralo su il Giardino dei Libri

Roccia dell'Elefante, Blue Grotto Malta ©Il Mondo dei Cristalli
Roccia dell’Elefante, Blue Grotto Malta ©Il Mondo dei Cristalli

Sintonizzandomi con l’energia forte e potente della natura delle rocce e delle caverne marine ho chiesto ai deva del luogo come riuscire ad entrare in comunione con queste energie ed entità naturali e lasciar fluire in me queste informazioni senza i blocchi che a volte mi impediscono di fidarmi delle mie percezioni e del mio intuito.

Ho sentito dentro di me una voce maschile e potente che mi avvisava che con la visita ai templi avrei trovato la soluzione.

Devi sapere che in particolare quando parlavo di blocchi facevo riferimento ai chakra più alti, in particolare il settimo chakra (il chakra della corona) che faccio fatica spesso ad equilibrare.

Inizialmente ho pensato si fosse trattato di una suggestione dopo aver visitato il tempio di Hagar Qim, che pur vibrando a frequenze alte, ha risvegliato la mia kundalini e i chakra bassi (quelli più vicini al corpo fisico per intenderci, i primi tre chakra).

Come ti ho anticipato prima, la risposta è arrivata visitando il tempio di Mnajdra: non solo ha sbloccato i miei chakra più alti, ma ha riequilibrato il mio settimo chakra e rimosso i miei blocchi spirituali.

Se non hai vissuto esperienze simili capisco che tu possa pensare che le mie parole siano frutto di suggestione, ma sono certo che se sarai spinto da un sincero desiderio di risvegliare la tua spiritualità, proverai in prima persona ciò che stai leggendo, soprattutto quando inizierai a percepire le vibrazioni e ad ascoltare il tuo intuito e il tuo corpo.

Quando ti trovi al centro del tempio connettiti dentro di te alle energie spirituali e al divino maschile di questo tempio.

Tempio di Mnajdra Malta ©Il Mondo dei Cristalli
Tempio di Mnajdra Malta ©Il Mondo dei Cristalli

Fai dei respiri profondi, svuota la mente e porta la tua attenzione al tempio che ti circonda e visualizza l’Universo, con i suoi pianeti e le stelle e chiedi di entrare in comunione e contatto con queste energie.

Vedrai che il resto verrà da sè… Chiedi che i tuoi chakra siano bilanciati e ripuliti da ogni blocco e che la tua parte spirituale e divina sia risvegliata.

Potresti sentire formicolare la parte alta della testa o sentirti tirare, vivi queste sensazioni osservandole e lasciandole fluire in te.

Puoi chiedere inoltre che i traumi derivanti da vite passate, ancestrali o vissuti dai tuoi antenati siano guariti e risanati.

Se dovessi avvertire sensazione di disagio, esci dal perimetro del tempio, visualizza i tuoi chakra chiudersi (puoi immaginare corolle di fiori che si chiudono o degli scudi che coprono i tuoi chakra).

Lascia aperto solo il chakra Stella della Terra, che si trova poco più in basso alle piante dei piedi ed esegui il radicamento, specialmente se avverti giramenti di testa (potresti aver assorbito troppa energia).

Queste accortezze valgono per qualsiasi luogo che visiti, anche se sono luoghi carichi di energia sacra, come vedremo nel prossimo tempio, possono contenere energie dissonanti o negative.

La pietra che ho visualizzato intuitivamente e che ti aiuterà ad armonizzare le tue vibrazioni con quelle del tempio di Mnajdra è il Lapislazzuli.

Il Lapislazzuli con il suo colore blu e i puntini dorati di Pirite ricorda il cielo stellato ed era una delle pietre che avvicinava agli Dei, è una pietra spirituale e protettiva, con una forte energia maschile.

Tempio di Tarxien

Tempio di Tarxien ©Il Mondo dei Cristalli
Tempio di Tarxien ©Il Mondo dei Cristalli

L’ultimo tempio che abbiamo visitato e di cui ti parlerò è il tempio di Tarxien, che, a differenza dei due templi precedenti, si trova all’interno della città di Tarxien (a pochi minuti di bus da La Valletta).

In questo tempio l’energia che ho percepito è stata meno forte e in alcuni punti non è stata positiva come ti racconterò tra poco.

La vicinanza del cemento degli edifici, dell’inquinamento elettromagnetico e in minor parte anche la vicinanza di un cimitero, hanno abbassato la qualità vibratoria del tempio che mantiene comunque il suo fascino e merita di essere visitato.

Devi sapere che, rispetto agli altri templi, il tempio di Tarxien era stato ricostruito con parti di cemento che ne hanno alterato la struttura vibratoria.

Le pietre che compongono questi templi sono infatti costituiti da Limonite, un minerale che compone molti cristalli ricchi di ferro tra cui l’Ematite, la Magnetite, l’Occhio di Tigre, la Goethite, la Rodocrocite (solo per citarne alcuni).

Come nei templi precedenti è possibile percorrere l’interno del tempio e se decidi di visitare questo tempio in particolare, ti consiglio di indossare una pietra nera protettiva come una Tormalina Nera, una Shungite, un’Ossidiana Nera o un Quarzo Affumicato.

Noi abbiamo indossato una Shungite al collo, ma puoi usare qualsiasi pietra protettiva che possiedi, dopo averla purificata e programmata per proteggerti dalle energie negative.

Come per gli altri templi visitati, non ho cercato informazioni dettagliate sulle funzioni e sulle aree del tempio, che ho consultato dopo aver effettuato un paio di giri e aver “registrato” tutte le impressioni psichiche del luogo.

Ti racconterò ora le mie percezioni extrasensoriali, mostrandoti in particolare le foto di alcuni punti che hanno attirato la mia attenzione.

Le colonne ai lati mi hanno fatto vibrare molto il settimo chakra (chakra della Corona). Al contrario non ho percepito alcuna energia dalla pietra centrale con i motivi a forma di spirale. Ho poi scoperto che il pezzo rettangolare con le spirali era una ricostruzione:

Colonne del Tempio di Tarxien, Malta ©Il Mondo dei Cristalli
Colonne del Tempio di Tarxien, Malta ©Il Mondo dei Cristalli

In questo punto ho sentito vibrare il chakra Soma (che si trova all’attaccatura dei capelli, se vuoi saperne di più ne ho parlato nell’articolo dei chakra transpersonali) e il settimo chakra (chakra della corona):

Colonna Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli
Colonna Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli

In questa parte del tempio ho sentito tirare il sesto chakra (il chakra del terzo occhio) e una pressione molto forte sul terzo occhio. Questa pressione l’ho avvertita anche all’altezza del sesto chakra posteriore (posto sulla nuca) che ha iniziato a pulsare, sbloccando e attivando il mio sesto chakra anteriore e posteriore:

Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli
Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli

Questa colonna di pietra ha fatto vibrare il mio chakra della radice (primo chakra) con un’energia terrena molto forte:


Porta Candela di Sale Himalayano
Porta Candela di Sale Himalayano
Illumina e purifica l'aria


Compralo su il Giardino dei Libri

Colonna Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli
Colonna Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli

C’è stato un’area in particolare in cui ho avvertito un’energia negativa diffusa e oscura, legata alla morte.

Ho poi scoperto che si trattava di una zona adibita a cimitero, l’energia negativa più forte l’ho avvertita più a sinistra dell’area indicata nella figura:

Tempio di Tarxien ©Il Mondo dei Cristalli
Tempio di Tarxien ©Il Mondo dei Cristalli

In particolare ci sono due punti in cui ho avvertito un’energia negativa, il primo è tra queste rocce:

Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli
Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli

Il secondo punto in cui ho avvertito un’energia talmente forte e negativa da darmi la nausea, malessere e giramenti di testa è stato questo, in particolare nel cunicolo quadrato (riesco a percerpire la sua energia ancora adesso):

Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli
Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli

Ho scoperto successivamente che al suo interno sono stati rinvenuti coltelli e ossa bruciate di piccoli animali, probabilmente era un altare sacrificale. Senza dubbio è il punto con l’energia più oscura dell’intero tempio:

Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli
Tempio di Tarxien Malta ©Il Mondo dei Cristalli

Inutile dire che ti consiglio caldamente anche la visita di questo tempio!

Note Finali

Ci sono altri templi che meritano di essere visitati a Malta che per ragioni di tempo abbiamo deciso di rimandare a una prossimo viaggio.

Se dovessi visitare o soggiornare a La Valletta (capitale di Malta) e volessi fare acquisti di pietre, cristalli e articoli esoterici ti consiglio di andare a visitare il negozio “Stone Market” (ti lascio l’indirizzo esatto da incollare su Google Maps: VGW6+VWV, Triq San Gwann, Il-Belt Valletta, Malta).

Non ho accordi commerciali con il negozio ma ho pensato di segnalartelo visto che anche in viaggio cerchiamo negozi affidabili di pietre e cristalli per poter consigliare chi domanda sul sito dove acquistarli.

Ho apprezzato non solo le varietà e i prezzi delle pietre, ma anche che nel caso di pietre sintetiche fosse chiaramente indicato.

Un negozio davvero interessante che tratta temi come cristalloterapia, tarocchi e magia in un paese così cattolico come Malta!

Copyright © Il Mondo dei Cristalli
Sfera di Cristallo Diametro 10 cm
Sfera di Cristallo Diametro 10 cm


Compralo su il Giardino dei Libri



circle cropped
Ciao! Mi chiamo Andrea De Nicolo, sono creatore e amministratore del sito Il Mondo dei Cristalli, nato dalla mia volontà di condividere le conoscenze che ho acquisito tramite lo studio e le mie esperienze personali. La voglia di approfondire questa disciplina olistica mi ha portato a conseguire la certificazione di Operatore Professionale di Cristalloterapia. Spero di riuscire a trasmetterti la dedizione e la passione con cui curo ogni pagina di questo sito!
Condividi Questo Articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il Mondo dei Cristalli © Copyright 2015 – 2024 – Tutti i diritti riservati (Legge 248/00 e modifica legge 633/41)