Come Scegliere i Cristalli



(Articolo Aggiornato il 14 Gennaio 2019)


 

Spesso accade che siano i cristalli a scegliere noi e non viceversa: accade infatti di entrare in un negozio di cristalli con l’idea di scegliere un determinato esemplare e trovarsi invece ad acquistarne uno completamente diverso.

Scegliere i Cristalli con l’Intuito

I colori di un cristallo, la sua forma, la sua trasparenza od opacità, sono i primi aspetti che attraggono la nostra attenzione, fungendo da sistema di codifiche dell’energia trasmessa dal cristallo: in parole semplici, il cristallo emana una vibrazione adatta a smussare aspetti poco piacevoli del nostro carattere (o a contribuire a risolvere la nostra situazione attuale) e l’attrazione che avvertiamo serve a farci scegliere proprio quel cristallo.

Se volete affidarvi all’intuito e scoprire il motivo per cui un cristallo vi attragga molto potete utilizzare il modulo Scopri il Tuo Cristallo presente in homepage.

È bene precisare però, che non è detto che il cristallo da cui siamo attratti sia quello giusto per noi in quel dato momento: infatti potrebbe essere necessario a una persona a noi vicina (o che incontreremo nella nostra vita, a cui il cristallo è destinato), o che ci accompagnerà in una fase futura della nostra vita, ma quella che si presenta è l’unica possibilità per venire a contatto con noi.

Può capitare che il nostro sentire profondo e i nostri gusti estetici non siano in risonanza, poiché spesso non siamo in condizioni di trovare il modo di fare silenzio per ascoltare la nostra voce interiore o abbiamo tagliato fuori quest’ultima, in favore dell’aspetto puramente estetico.

Quando si crea un legame con il cristallo, lo scambio di energia e di Amore che avviene (che non ha niente a che vedere con l’amore tra due persone, bensì è una comunione del senso profondo della vita e di una condivisione senza limiti), ci porta a vedere quel cristallo sotto una luce diversa, a vederne la brillantezza, la luce che emana (infatti il cristallo inondato dal nostro Amore diventerà effettivamente più bello!).

Come si può intuire, non ci si può affidare completamente al gusto estetico per scegliere un cristallo, sarà bene procedere in maniera diversa.

Possiamo analizzare le schede dei cristalli, per verificare le proprietà di ciascuno e scegliere quale si accosta meglio al nostro problema o alla nostra richiesta, effettuando una prima scrematura.

Quindi potremo aiutarci con l’uso di un pendolino o del test kinesiologico o ancora delle nostre sensazioni.

cristalli

Scegliere i Cristalli con il Pendolo

Il pendolino è formato da una punta realizzata con diversi materiali quali il metallo, il legno o il cristallo stesso, che sarà tenuto sopra il cristallo da analizzare: dopo aver posto mentalmente la domanda, terremo la catenella del pendolo tra l’indice e il pollice della mano dominante con il braccio disteso (preferibilmente stando in piedi) dopo aver fatto il vuoto mentale.

Dopo poco tempo osserveremo i movimenti del pendolino: se saranno circolari la risposta è positiva, se descrivono una linea obliqua, orizzontale o verticale sarà negativa; se non si rilevano movimenti, si può dedurre che l’effetto sarà neutro.

Questo metodo può essere utilizzato anche per valutare la carica e pulizia energetica di un cristallo, ponendo l’adeguata domanda; è sottinteso che le domande poste dovranno essere finalizzate ad ottenere una risposta si/no.

Il pendolo è uno strumento che ci mette in comunicazione con la nostra parte più profonda, l’inconscio e i movimenti che ne derivano sono dettati da vibrazioni impercettibili muscolari in risposta agli stimoli profondi.

Non bisogna forzare il movimento del pendolo, bisogna rimanere fermi quanto più possibile ed è sconsigliato usarlo di notte, in quanto attira energie poco gradite.

pendolo quarzo

Scegliere i Cristalli con il metodo Kinesiologico

Il metodo kinesiologico invece, si basa sulla risposta muscolare e dovrà essere effettuato con l’aiuto di un’altra persona.

Si esegue tenendo nella mano destra il cristallo e il braccio sinistro alzato e disteso, in modo da formare un angolo retto con il corpo; a questo punto l’altra persona darà il comando “tieni fermo” e mentre tenterete di mantenere il braccio nella sua posizione, l’altra persona eserciterà una pressione nella zona del polso.

Se la pietra è adatta a voi, il braccio opporrà una forte resistenza, in caso contrario la risposta sarà molto debole; questo metodo può essere adattato anche per il controllo dello stato dei chakra.

test kinesiologico

Un altro metodo è dato dal tenere in mano il cristallo, concentrandosi sull’obiettivo da raggiungere o sulla propria situazione, formulando mentalmente una domanda: se il cristallo si riscalda e avvertite la sua energia pulsare, il responso è positivo.

Man mano che lavorerete con i cristalli, la vostra sensibilità si acuirà, per cui non sarà insolito vedere nella vostra mente il cristallo specifico per una data problematica o ancora che gli stessi cristalli adatti vi siano presentati in sogno.

Scegliere i Cristalli con il Segno Zodiacale

Per concludere l’argomento, ci tengo a precisare che ritengo assolutamente inappropriato l’accostamento dei cristalli all’astrologia, comunemente inteso come rubino = rosso = Marte = ariete, smeraldo = verde = Venere = toro, ecc.

Pertanto trovo veramente poco appropriato scegliere un cristallo perché è di questo o quel segno, o regalarlo per lo stesso motivo: il cristallo è legato alla persona e alle sue caratteristiche, che sia destinato a voi o a qualcun’altro, quindi chiudete gli occhi, concentratevi sulla persona e scegliete con il cuore, non con la superstizione.

Il cristallo adatto può essere individuato con l’ausilio dell’astrologia in maniera seria, nel caso in cui venga redatta una carta natale della persona interessata, individuando aspetti poco positivi o deboli, che vanno rinforzati con la specifica vibrazione di un cristallo, non certo mischiando discipline diverse tra loro alla rinfusa.

Per conoscere l’associazione tra le pietre e i segni zodiacali potete leggere I 12 Segni Zodiacali e le Pietre Associate.

Il Manuale delle Pietre

Il Manuale delle Pietre
Una pratica guida al loro uso
Michael Gienger

Compralo su il Giardino dei Libri

Quanto ti è piaciuto quest'articolo?
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]


Condividi

5 comments

  1. ciao Andrea sono Massimiliano, non sono molto pratico del nuovo assetto del blog e sono entrato con fb. ti vorrei chiedere se i topazi, a livello di protezione sono tutti uguali o ne devo prendere uno comune. grazie, Max.

  2. ciao Andrea, volevo sapere se i topazi come protezione sono tutti uguali o ne devo prendere uno comune. grazie Max.

  3. Salve,mi è capitato di andare in un supermercato e alla cassa veniva dato un piccolo omaggio… io credo nel destino mentre agli altri clienti davanti a me sono stati dati vari oggettini a me è capitato un braccialetto con delle pietre di occhio di tigre. È possibile che sia stato lui a voler entrare nella mia vita? All&#39inizio l&#39ho sobbato lasciandolo in un cassetto ma ora sento il desiderio di indossarlo..quando lo uso mi sento più tranquilla e sicura di me,ho probblemi di autostima e mi sto convincendo che il braccialetto sia arrivato per aiutarmi… ho anche un braciale che mi è stato regalato è stato preparato per me da una ragazza che pratica il reiki,è composto da tanti cristalli rossi bianchi blu verdi arancioni e trasparenti (se fosse possibile le manderei la foto) sono tre fili un filo e composto dalle pietre appartenenti al colore rosso giallo arancione uno con le pietre verdi e celestine e il terzo partono dal trasparente fino al blu scuro, però quando indosso tutti e due i bracciali ho una sensazione di stanchezza.. È normale? Come posso far scaricare il braccialetto che ha tante pietre? Vorrei un consiglio sul braccialetto con l&#39occhio di tigre è possibile che sia stato il destino a farci incontrare e che sia lui che ha scelto me? Mi scuso per il romanzo!!!

  4. Salve,mi è capitato di andare in un supermercato e alla cassa veniva dato un piccolo omaggio… io credo nel destino mentre agli altri clienti davanti a me sono stati dati vari oggettini a me è capitato un braccialetto con delle pietre di occhio di tigre. È possibile che sia stato lui a voler entrare nella mia vita? All'inizio l'ho sobbato lasciandolo in un cassetto ma ora sento il desiderio di indossarlo..quando lo uso mi sento più tranquilla e sicura di me,ho probblemi di autostima e mi sto convincendo che il braccialetto sia arrivato per aiutarmi… ho anche un braciale che mi è stato regalato è stato preparato per me da una ragazza che pratica il reiki,è composto da tanti cristalli rossi bianchi blu verdi arancioni e trasparenti (se fosse possibile le manderei la foto) sono tre fili un filo e composto dalle pietre appartenenti al colore rosso giallo arancione uno con le pietre verdi e celestine e il terzo partono dal trasparente fino al blu scuro, però quando indosso tutti e due i bracciali ho una sensazione di stanchezza.. È normale? Come posso far scaricare il braccialetto che ha tante pietre? Vorrei un consiglio sul braccialetto con l'occhio di tigre è possibile che sia stato il destino a farci incontrare e che sia lui che ha scelto me? Mi scuso per il romanzo!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.